Moduli per l'autocertificazione


 

Autocertificazione

che cosa è: una dichiarazione, sottoscritta dall'interessato, che sostituisce le normali certificazioni o gli atti di notorietà, essa permette al cittadino di sostituire con le proprie dichiarazioni i seguenti certificati:

- data e luogo di nascita;
- residenza;
- cittadinanza;
- godimento di diritti civili e politici;
- stato civile;
- stato di famiglia;
- esistenza in vita;
- nascita del figlio, decesso del coniuge, dei genitori, dei figli,
- iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;
- appartenenza a ordini professionali;
- titolo di studio, esami sostenuti;
- qualifica professionale posseduta;
- reddito;
- assolvimento di obblighi contributivi;
- codice fiscale e partita iva;
- disoccupazione;
- qualità di pensionato o di studente;
- qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore;
- iscrizione ad associazioni;
- adempimento degli obblighi militari;
- assenza di condanne penali e di procedimenti in corso;
- assenza di stato di fallimento o liquidazione;
- qualità di vivenza a carico.

Le pubbliche amministrazioni, in base al DPR n. 445/2000, non possono più richiedere certificati relativi agli stati, alle qualità e ai fatti sopra elencati, ma sono tenute ad accettare l'autocertificazione presentata dall'interessato.

Non sono invece tenuti ad accettare l'autocertificazione i privati, le banche, le assicurazioni, i notai, le aziende private ed i tribunali.

L'autocertificazione è una semplice dichiarazione in carta libera che non necessita di autenticazione: la firma del cittadino è di per sé una garanzia. Basta firmarla in presenza dell'impiegato che l'accoglie, ovvero sottoscriverla e presentarla insieme alla fotocopia, non autenticata, di un documento di identità dell'interessato.

Tutte le dichiarazioni da presentare alla pubblica amministrazione possono essere inviate per posta, via fax o per posta elettronica (quest'ultime sono valide se sottoscritte mediante la firma digitale o la carta d'identità elettronica).

Chi non sa o non può firmare può comunque presentare l'autocertificazione, basta che l'impiegato allo sportello ne accerti l'identità e ne accolga la dichiarazione; e nei casi in cui una persona si trovi temporaneamente impedita per ragioni di salute, l'autocertificazione - eccetto le dichiarazioni fiscali - può essere sostituita, previo accertamento dell'identità del dichiarante, da quella resa dal coniuge o dai figli e, in mancanza di questi, da un altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado.

Naturalmente le pubbliche amministrazioni possono verificare d'ufficio se i dati contenuti nei documenti o nelle dichiarazioni presentate siano veri ed autentici, ed ogni dichiarazione riscontrata falsa è sottoposta a severe sanzioni penali.

come si fa: bisogna compilare con i dati personali il relativo modellO e barrare la/le casella/e che interessa/no, oppure redigere la dichiarazione in carta semplice.

quanto costa: è gratis.

chi ne può usufruire:

  • i cittadini italiani

  • i cittadini comunitari

  • i cittadini extracomunitari, invece, possono autocertificare soltanto se sono residenti in Italia e limitatamente a situazioni certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici o privati italiani.

 

Segnalazioni e precisazioni

  Il cittadino assume la responsabilità di quanto dichiara e ne risponde penalmente in caso di dichiarazione falsa o mendace, come previsto dall'articolo 76 del DPR 445/2000.
  Se dal controllo effettuato dall’Amministrazione Pubblica emerge che il contenuto delle dichiarazione non è veritiero, il dichiarante decade dai benefici eventualmente ottenuti sulla base della dichiarazione falsa.

 

 

  ALLEGATI
condividi su : condividi su facebook condividi su twitter condividi su linkedin condividi su google+
Mappa del sito | RSS | Informativa sulla privacy | Termini e condizioni XHTML 1.0 | CSS Level 2.0 | WCAG 1.0 AA
 
planning & design by Evo

Informativa

X

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sulla privacy e i termini e condizioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.